2005_04_11_pavedecoupe

Questo WE, ho ritrovato una scheda di cucina (proveniente da una rivista di cucina francese: Cuisine actuelle) che presentava una ricetta di un dolce al cioccolato e al cocco. Sapete ormai che mi piace particolarmente l'associazione di questi 2 ingredienti, e visto che la ricetta sembrava molto facile da realizzare, ho deciso di provarla.

Ecco la ricetta:


DOLCE COCCO/CIOCCOLATO

Ingredienti:

  • 1 scatola di 397g di latte concentrato zuccherato Nestlé
  • 125g di farina di cocco
  • 2 uova
  • 1 scatola di latte fresco (dosata nella scatola di latte concentrato)
  • 100g di cioccolato fondente
  • 20cl di panna liquida

Preparazione:

1) Preriscaldare il forno a 180°.
2) Mescolare il latte fresco, il latte concentrato, la farina di cocco e le uova. Versare il composto in uno stampo per i "cakes" (rettangolare, lungo).

2005_04_11_pave_pateavant2005_04_11_pave_pateavant2

3) Ricoprire lo stampo con un foglio di carta argentata, e farlo cuocere al bagno maria durante 1 ora e 20 minuti. Sformare, e lasciare raffredare il dolce.

2005_04_11_paveapres2005_04_11_paveapres2

4) In una pentola, riscaldare la panna fino al punto di ebollizione. Versarla in una tazza che conterrà il cioccolato tagliato a pezzettini. Aspettare un minuto e mischiare. Si ottiene un cioccolato liscio ed omogeneo.
Ricoprire il dolce con questa glassatura.

2005_04_11_paveglacage32005_04_11_paveglacage52005_04_11_paveglacage6

5) Mettere il dolce nel frigorifero.


La mia esecuzione

Ho seguito le istruzioni alla lettera (anche per la temperatura del forno, e il tempo di cottura). Ah no, un piccolo dettaglio: La consistenza della parte di sopra mi sembrava troppo simile al flan e quindi ho lasciato cuocere il dolce senza carta argentata per 5 minuti supplementari.
Per la glassatura, ero molto scettica. Pensavo di ritrovarmi con un misto di panna bollente et di cioccolato non completamente sciolto. Ma ho comunque voluto provare la tecnica consigliata e non sono stata delusa: Funziona benissimo!! Il cioccolato si è sciolto lentamente al contatto della panna bollente e ho ottenuto un cioccolato liscio. Davvero perfetto!

Risultato

A causa del nome di questa ricetta (Pave significa pietra, selce), mi aspettavo ad una torta compatta. E quindi sono stata un pò sorpresa di ritrovarmi con una dolce formato da 2 stratti: lo stratto inferiore simile ad un flan, e lo stratto superiore molto ricco in cocco (ci si è concentrata) e dunque piu simile ad una vera torta. Ma guardando bene la foto  della scheda di cucina, si vedono anche questi 2 stratti, e mi sembra dunque di avere riuscita questa ricetta.

Il mio GRANDE problema è stato la glassatura... Non avevo nessun piatto adatto a questo tipo di dolce. Ho dovuto disporlo su un piatto non perfettamente piano. Il dolce si è avvallato. Ho anche provato a togliere la carta da forno, ma più ci provavo e più il dolce minacciava di rompersi. E cosi, ho abbandonato. Il risultato visuale lascia davvero a desiderare...
In realtà, non capisco come si può fare una glassatura di questo tipo senza metterne dapertutto. Non ho insistito più di tanto perchè quello che mi interessa veramente era il sapore del dolce.
Bene, parliamo del sapore: Niente male! Molto forte in cocco, i 2 stratti hanno delle consistenze diverse ma tutte 2 sono piacevoli. Quello che mi ha il piu dilusa è stata la glassatura, perchè il sapore della panna era troppo predominante. E' anche vero che adoro il cioccolato fondente e che avrei preferito una glassatura più forte in cacao.
Questo dolce è stato provato sia da Massimiliano che da una amica mia. Il primo mi ha detto che il dolce era molto ben riuscito ma che non era il tipo di dolce che preferiva, e la seconda sembra di averlo apprezzato visto che ne ha preso 2 volte.

Un pò esitente sul mio giudizio, ho voluto testare un altra cosa per vedere se poteva rendere il dolce migliore: mettere delle fette nel congelatore.
Secondo me, fu un idea eccellente. Ovviamente, bisogna prendere il dolce un pò prima di mangiarlo, ma questa dimensione "gelato" mi è piaciuto molto...

Conclusione

Un dolce estremamente facile da fare, e molto simpatico. Senza che sia una ricetta straordinaria. Se dovessi rifarlo, metterei meno cocco per ottenere 2 stratti di altezza uguale, e farei una glassatura più forte in cacao, con meno panna oppure addiritura con del burro.